Pubblicato il

Manifestazioni enogastronomiche

Festa del Lambrusco di Torrile

 Il lambrusco è il vino predominante, come quantità, nella Provincia di Parma. È un vino rosso scuro, leggermente asprigno, di moderato tenore alcolico. “Il lambrusco – scrisse Curzio Malaparte- non solo è il vino più garibaldino del mondo, come ebbe a dire Filippo Corridoni, ma il più generoso, il più libero, il più italiano fra tutti i vini italiani”.

A Torrile ogni anno, agli inizi di settembre, si tiene la Festa del Lambrusco, organizzata dall’associazione culturale “Amici di Torrile” in collaborazione con il circolo “Il portico” e con la partecipazione di tanti volontari. Sono tre giorni di divertimento tra musica, balli, buona cucina e degustazione di lambrusco.

Concorso liquore all’Erba Luigia

Ogni anno, a fine estate, la Pro Loco di Colorno lancia il concorso per il miglior liquore all’Erba Luigia prodotto esclusivamente per uso famigliare. La premiazione avviene in piazza durante l’appuntamento settembrino dell’Antico Mercato Contadino.

Scarica il regolamento

Gran Galà del Tortél Dóls

Ogni primo weekend di ottobre Colorno vede protagonista il Gran Galà del Tortél Dóls, il consueto evento culturale e gastronomico dedicato alla degustazione del tradizionale primo piatto della Bassa Parmense. Una giornata all’insegna del gusto, della cultura e del divertimento con ospiti d’eccezione e oltre 100 espositori d’eccellenza.

Leggi di più

Pubblicato il

Traditional dishes

Fra i primi piatti primeggiano gli Anolini

«Una signora di Parma, che non ho il bene di conoscere, andata sposa a Milano, mi scrive: “Mi prendo la libertà d’inviarle la ricetta di una minestra che a Parma, mia amata città natale, è di rito nelle solennità famigliari; e non c’è casa, io credo, ove nei giorni di Natale e Pasqua non si facciano i tradizionali anolini”. 
(da “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene” di Pellegrino Artusi) Leggi di più…

Pubblicato il

Markets

Antico Mercato Contadino – Colorno 

L’Antico Mercato Contadino si tiene davanti alla bellissima Reggia di Colorno e raggruppa agricoltori locali che operano  entro un raggio di distanza di circa una cinquantina di chilometri dal paese. Il mercato è dedicato alle produzioni tipiche, tradizionali e locali che si distinguono per territorialità, qualità organolettica, tipicità e trasparenza del prezzo. Nel mercato è presente anche una sezione di artigianato artistico manufatturiero.

Il mercato si tiene ogni terza domenica del mese dalle ore 8.30 alle ore 13.00 in Piazza Garibaldi

Contatti Pro Loco Colorno + 39 0521 816169 –  IAT +39 0521 313790  ufficio.turistico@comune.colorno.pr.it

Mercato di Campagna Amica – San Polo di Torrile

Il mercato si svolge nell’area del parcheggio pubblico lungo la strada Provinciale Asolana ad Est del Parco Pubblico “A. Gombia”. In questo spazio i consumatori potranno trovare ogni settimana, una vasta gamma di prodotti tipici, di qualità, di stagione e rigorosamente a km zero: dalla frutta e verdura alla carne, dal vino al miele ed altre eccellenze alimentari. 

Il mercato si tiene tutti i giovedì non festivi dalle 08:30 alle 13:00

Pubblicato il

Sorbolino Liqueur

Il “Sorbolo”, conosciuto anche come liquore nobile di sorbole, liquor ed sorbi, sorbolino, sorbolen, tipico dei territori di Sorbolo e Coenzo, è stato riconosciuto dalla Regione Emilia Romagna come PAT, Prodotto Agroalimentare Tradizionale.
La ricetta, di derivazione mantovana, è documentata già nel XVII secolo, quando il liquore nobile di sorbe figura come “liquore servito ai banchetti che il serenissimo marchese Gonzaga aveva fatto preparare in onore della regina Cristina di Svezia”.
Il sorbo è una pianta ad alto fusto che può arrivare fino a 15 metri d’altezza e vivere fino a 500 anni; tra Sorbolo e Coenzo pare fosse molto diffusa, tanto che da questo deriva il toponimo Sorbolo.
Anticamente il sorbo veniva coltivato davanti alle case, non solo a scopo ornamentale, ma anche e soprattutto perché, secondo antiche leggende, l’albero teneva lontano gli spiriti maligni e le streghe. Il liquore, che esiste in due versioni “Liquore nobile di sorbe” e “Sorbolino”, è ricavato dai frutti maturi.
Per preparare il Sorbolino si usano le bacche di sorbo che raggiungono la maturazione ideale a fine settembre inizio ottobre. Le sorbe, tagliate a metà, vanno lasciate a macerare nell’alcool per 30 giorni con uno sciroppo di acqua e zucchero. Trascorso il tempo di infusione si filtra, si schiacciano le sorbe con i rebbi di una forchetta e si lascia macerare ancora per sette giorni. Si filtra di nuovo e quindi si imbottiglia. Va fatto riposare per almeno due mesi prima di consumarlo. Il sorbolino ha un sapore dolce ma intenso, ideale per accompagnare i dessert.

Pubblicato il

Anolino Morbino of Mezzani

L’Anolino Morbino è una variante dell’anolino di Parma; il nome è una sorta di citazione, sinonimo di allegria, frivolezza e buon umore, un sentimento che viene evocato dal ripieno fatto con un’erba particolare, detta “barba morta”, che cresce solo lungo gli argini della Parma che passano da Mezzani.

Ingredienti per il ripieno

Pasta di salame, parmigiano-reggiano con due tipi di stagionatura, uno di 24 mesi e l’altro stravecchio di 36 mesi, burro, barba morta, uova e noce moscata.

Dal 2016 è nata l’Associazione dell’Anolino Morbino https://www.facebook.com/Anolino-Morbino

Pubblicato il

Erba Luigia Liqueur

Il liquore all’Erba Luigia è un digestivo piacevole e dal profumo intenso.
Si ottiene dalle foglie dell’Erba Luigia o Luisa Aloysia (corrispettivo latino di Luisa) conosciuta anche come erba cedrina, limoncina o limonaria. La pianta, introdotta dal Sud America nel 1779, fu cosi chiamata in onore della principessa Maria Luisa di Borbone, regina di Spagna e sorella del Duca di Parma Ferdinando I.
L’Erba Luigia ha foglioline a forma di lancia e un profumo intenso che ricorda quello del limone, possiede proprietà digestive oltre a quelle antispasmodiche e leggermente sedative.
La preparazione del liquore all’erba Luigia è simile a quella del limoncello, il grado alcolico si aggira attorno ai 30°, il colore è verdolino tendente al giallo oro. Si consiglia di berlo a fine pasto, freddo, come digestivo.

Ingredienti
75 foglie Erba Luigia
500 ml alcol puro
500 ml acqua
500 g zucchero

Far sciogliere lo zucchero nell’acqua riscaldandola e mescolando accuratamente. Lasciare raffreddare.
Lavare bene le foglie e asciugarle una ad una.
In un vaso capiente e a chiusura ermetica mettere sul fondo le foglie, aggiungere l’alcol e lo sciroppo freddo.
Tappare e lasciare riposare per 40 giorni in luogo fresco e aerato. Una volta al giorno provvedere ad agitare il vaso. Filtrare e imbottigliare. Conservare in freezer.

Pubblicato il

Tortél Dóls

Tortel Dols di Colorno: una ricetta regionale emiliana di primo piatto

Il Tortél Dóls (tortello dolce in dialetto parmigiano) è un piatto tipico della tradizione culinaria della bassa parmense ed in particolare del comprensorio di comuni situato tra Colorno, Mezzani, Sissa, Torrile e Trecasali.

La tradizione vuole che la nascita del Tortél Dóls risalga all’incirca all’epoca della Duchessa Maria Luigia d’Austria. Si narra infatti che, in occasione di particolari ricorrenze, la Duchessa fosse solita offrire ai barcaioli di Sacca di Colorno (sabien) un primo piatto di tortelli dal ripieno agrodolce. Per questa sua particolarità fu chiamato così: Tortél Dóls. Leggi di più…